Mario Fagone

Cerca

Vai ai contenuti

Cavaliere di Malta

Fase Tarda

Fig.15

Condannato a Morte: trasferimento a Napoli

Caravaggio era noto alla polizia per le sue rissa e per i suoi procedimenti legali: era un sorvegliato speciale. Il 28 maggio del 1606, Michelangelo uccise, probabilmente non intenzionalmente, un giovane chiamato Ranuccio Tomassoni da Terni. In precedenza il principe Filippo Colonna lo aveva protetto dalle conseguenze delle sue leggerezze, ma questa volta non poteva far niente e Caravaggio fu costretto a rifugiarsi a Napoli. La, al di fuori della giurisdizione delle autorità romane e protetto dalla famiglia Colonna, il pittore più famoso di Roma, divenne il pittore più famoso di Napoli. I suoi rapporti con i Colonna contribuirono non poco per ottenere un buon numero di commissioni religiosi importanti, tra cui la Madonna del Rosario, e Le Sette Opere di Misericordia.
__________________________________________________________________________________________________________________________________________

Fig.16

Coavaliere di Malta

Per cercare una maggiore sicurezza, dopo otto mesi a Napoli, nel luglio 1607 Caravaggio sbarcò a Malta su una nave galera comandata da Fabrizio Colonna, figlio del marchese di Caravaggio. Qui nella piccola isola, quartier generale dei Cavalieri dell'Ordine di San Giovanni, il pittore, finito un anno di noviziato, il 14 luglio del 1608, fu accettato come un Cavaliere dell'Ordine con la seguente motivazione: "Per zelo religioso e talento artistico". Durante la sua permanenza a Malta, Caravaggio dipinse una serie di opere importanti tra cui: un ritratto di Alof de Wignacourt (fig.16), Gran Maestro dell'Ordine, un dipinto di San Girolamo Amorino dormiente e la Decollazione di San Giovanni (fig.15), per la chiesa dei Cavalieri di San Giovanni nella capitale maltese, La Valletta. Quest'ultimo è il dipinto più grande tra le opere di Caravaggio e l'unico che il maestro abbia firmato (il nome del maestro è scritto con il sangue che esce dal collo mozzato di San Giovanni). Tuttavia, dopo questo breve intervallo di benessere nell'isola di Malta, Caravaggio fu arrestato per un alterco e successivamente imprigionato nel forte dell'isola di Sant'Angelo. Comunque riuscì in modo rocambolesco ad evadere dalla sua cella e, probabilmente aiutato da Mario Minniti, fuggì in Sicilia.
__________________________________________________________________________________________________________________________________________


Home Page | Caravaggio | Fase Giovanile | Fase Matura | Fase Tarda | Tappe siciliane | Ultimo Atto | Contatti | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu