Il caso AGAC


Vai ai contenuti

La problematica

Il caso AGAC
AGAC Servizi energetici e ambientali è la Società per Azioni di proprietà di tutti i 45 Comuni della provincia di Reggio Emilia. Oggi i servizi erogati agli abitanti del territorio provinciale sono quelli relativi alla distribuzione del gas, dell'acqua e del teleriscaldamento, alla gestione degli impianti di depurazione e alla raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Il Consorzio AGAC è operante dal 1974; rappresenta un caso unico nel panorama italiano delle aziende pubbliche di servizi trovandosi ad essere la sola azienda pluriservizi per un territorio omogeneo come la provincia di Reggio Emilia (450.000 abitanti su un territorio di oltre 2290 kmq., con situazioni orografiche diversificate: pianura, collina e montagna), particolarità che le ha permesso di sviluppare forti capacità gestionali.

AGAC è impegnata nel ciclo completo dell'acqua (captazione, distribuzione, depurazione), nella distribuzione di gas metano e gpl, nel servizio di teleriscaldamento e teleraffrescamento (Reggio Emilia con il 48% del mercato potenziale è tra le città più teleriscaldate ed è la città più teleraffrescata d'Italia) e nei servizi di igiene ambientale. Fino alla metà degli anni ottanta comunicava con i suoi utenti soltanto attraverso i fatti senza un adeguato utilizzo di una Comunicazione interna. Il vero problema è stato quando l'azienda, dalla fornitura di gas metano per il riscaldamento, è passata ad una fornitura di teleriscaldamento senza darne adeguata comunicazione ai suoi dipendenti. Gli stessi dipendenti si sono così trovati a comunicare con gli utenti/cittadini riportando inesattezze che hanno generato altra confusione. Sicchè si è interrotto il rapporto di fiducia tra la azienda e i cittadini. Da qui nasce il problema AGAC che ci troviamo ad analizzare e ad affrontare.

Home Page | Chi siamo | Premessa | La problematica | Obiettivi | Politica | Punti di forza | Strumenti | Sistema di controllo | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu